Arte Poetica – Ron Hicks -, 1965

Appena sento le tue mani su di me, perdo il lume della ragione. Il tuo desiderio le fa scivolare proprio nei punti feriti, mai amati.

Tu li scopri e li domini ad ogni giornata. Sbrani come un leone la libertá che ti lascio e poi mi svesti all’improvviso, preso da un’astinenza gonfia a cui non so dire mai no.

Non sono pronta a resisterti né tantomeno abituata a rinunciare a questo culmine d’amore. Sono agitata quanto una trottola e totalmente dipendente dal tuo morso acceso che succhia sul collo.

Ti prego continua e non fermarti. Ti faccio fare tutto, basta che baci le mie grida e le ammorbidisci con il calore del tuo corpo. Basta che mi porti al godimento più alto, dove il battito non ha più ritmo.

Prima di andare via, voglio sciogliere la mia lingua con la tua e parcheggiare quel mondo che mi aspetta. Voglio guardarti infatuata, pompare la temperatura al massimo e caramellare l’impatto di ciò che mi chiama lá fuori.

Dipinti D’Autore by Luce Argentea

RON HICKS, 1965.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...