Life

Alza la testa. Lassù, nel blu alto e denso, c’è qualcosa di speciale. Un velo che non si sfibra, ma con amore ci viene a trovare.
Basta fissarlo per qualche minuto e tutto quel cotone s’illumina, intenso.

Una pennellata divina, data in prestito agli umani per farli sognare, ancora una volta.
Io la vedo un po’ come una porta comunicante. Infinitamente lontana alla ragione, ma così vicina per l’anima che la guarda. Capisci la sua grandezza, solo se ti pieghi al suo mistero.

Perchè il cielo è una entità in ascolto. Sembra diffidente, ma poi, mentre sei in sua ricerca, diventa premuroso.

Walter Bonatti aveva ragione. È sfidando le altitudini più impervie, che scopriamo chi siamo. Quando davanti a te, esiste solo l’eco e la morte. Quando non ti importa più di niente e scegli di scoprire cosa accade oltre. Una spaccatura che ti potrebbe arrestare e dividere a metà come una mela.

L’ho amato come persona, come conterraneo lombardo. Ho amato il concetto di vita infuso tra una spedizione e l’altra, mentre rischiava ripetutamente di perdere la sua. Si arrampicava in solitaria, per ritrovare se stesso e sentirsi un uomo migliore.

La scalata è una tormenta, fitta di insidie. Ci sono bufere spietate, tanto freddo nelle ossa. Ti mette a nudo, mostra le imperfezioni nascoste poco prima di partire e a questo, bisogna essere pronti.

Ad ognuno di noi spetta un K2 da affrontare. Un vero dialogo mistico, che giunge laddove si è umili.

Life by Luce Argentea

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...