GRAZIE!…

“La mia pagina facebook, ha raggiunto più di 500 like!!! Ed io non posso che ringraziare tutti voi, per questo traguardo.
Significa che il mio cuore sta arrivando a voi, e che batte per una buona causa.

Ultimamente il mio piccolo mondo ha subito delle scivolate. Le montagne che parevano vicine si sono allontanate e l’habitat interiore ha rischiato di spegnersi. Le luci della riflessione, hanno avviato monologhi con il buio, affinché quest’ultimo si potesse pentire. Ma lui non é elemento corruttibile, fa il suo sporco lavoro, annebbia la sensibilità, genera dubbi e incomprensioni. Il buio desidera soffocarti anche quando credi di essere illuminato. Disorienta, confonde, facendoti odiare ogni superficie su cui poggi. Le altitudini mandano richiami e le profondità ti risucchiano.

Improvvisamente vorresti cadere, sbattere contro le pareti più dure, per poterti svegliare. Ma più evadi, più assumi consapevolezza che il mondo non é un sogno, ne la sua antitesi, ma la più efferata manifestazione di verità. Una dimensione palpabile in cui scegliere se vivere o morire.
E così, accetti di vivere in mezzo ai morti. Una cerchia di zombie timorosi del sapere, e spudorati traditori.
La fiducia riposta alla cieca, si rivela essere l’ennesima tortura, e mentre cerchi di convincerti che la solitudine sia una alternativa saggia, tutto diviene mostruosamente abnorme.
Le difficoltà si duplicano, i pensieri proliferano come germi. L’ossigeno cala ad una velocità mai vista prima, e ti senti nudo, dannatamente a disagio con te stesso e gli altri.
Ma a te questo non importa più, perché conosci la tua via.
Sai che soffrire é un punto in più sul curriculum dell’esistenza, e una dote che ti eleva in alto. Sai, che il dolore ti scolpisce e la serenità ti uccide. Conosci le soluzioni e intravedi oltre la linea di confine, tutte quelle persone che ti hanno sempre amato.

L’amore ti restituisce ciò che il passato ti ha sottratto. L’amore ricorda le labbra che hai baciato, le mani che hai stretto. Ricorda le parole che hai regalato al vento e anche quelle incastonate nel petto.

L’amore é un gendarme che guarda da lontano. Suggerisce passi, assegna sentimenti e solamente lui ricorda cosa abbiamo dato in nome del suo significato”.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...