Storie di Noi N. 16

“Mio padre se ne andò d’improvviso, sotto la pioggia. S’incamminò nel buio della notte, senza salutare nessuno. Ne aveva abbastanza dei litigi con mia madre, degli uomini che l’aspettavano fuori casa, in fila indiana. Troppo corteggiata, troppo desiderata. Un macigno che diede il via a un susseguirsi di disagi e gelosie, alle quali papà decise di dare un taglio. L’amava così tanto, da strapparsi il cuore per donarlo a lei. Fece scelte impossibili per amor suo che gli causarono non poche conseguenze.

Perse il lavoro, un prestigioso incarico presso le più importanti testate giornalistiche. Barattò la sua professione con tutto ciò che poteva renderla felice. Mamma ancora oggi, non sa quanto rinunciò per colpa sua e della vergogna di sentirsi un mantenuto.

Papà si accontentava, e accettava di buon grado ogni cosa. Trovò lavoro come gelataio, nei mesi estivi. Sotto il Sole cocente, sorrideva ai clienti mentre moriva di dolore. Ingannò se stesso, per placare il mal contento che aleggiava.

Poi, papà decise di conservare in segreto, tutti i torti subiti e il fango ingerito per strada. Fece un giro di chiave e se ne andò quella notte, insieme ai suoi guai. L’acqua piovana, sgocciolava dal cappotto di lana blu, inzuppandolo come un biscotto. Era indifeso, fragile e sconfitto. Trascinò i piedi con passo lento, con postura curva e appesantita. Era invecchiato metro dopo metro, goccia dopo goccia. Si era separato dall’anima prima ancora di lasciare casa nostra”

Storie di Noi by Luce Argentea

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...