Thoughts…

” La pazienza prima o poi cessa di esistere. Si arriva a non tollerare più niente, a rigettare anche il più piccolo granello di disagio. Essere testimoni oculari di degrado e assurdo vuotume sociale, plasma consapevolezza e cede verbo all’insofferenza.

Quando tutto intorno appare inconcepibile follia, ogni struttura emotiva incomincia a cedere. Le certezze, i buoni propositi, non bastano a tenerci eretti. E così, arriva la fatidica goccia erosiva, che fa esplodere pensieri e preoccupazioni e il nostro vaso, incomincia a traboccare con una irruenza mai contemplata prima. Capiamo di essere umani e non supereoi. Capiamo di aver tollerato l’intollerabile, e di aver aderito a concezioni dannose per la propria dignità. Ritroviamo fragilità volutamente scordate, represse nei sedimenti più profondi e addormentati dallo stimolo di un pianto.

Nascondere verità sotto una terra assopita dal dolore, non è mai scelta saggia ma un passo che inciampa sulla vita. Un continuo decorso di parametri scorretti, poco evolutivi. Inghiottiamo aria emanata dall’ira, scoloriamo cicli fioriti per caso, in quei giorni dove imploravamo aiuto.

Perciò, meglio essere pazienti dove serve, e non dentro approcci futili. È stupido serrare occhi per comodità, o accettare irrimediabili eventi, pur sapendo di poterli convertire. Siamo anfore di poteri scarsamente esercitati, ma meritevoli finalmente di agire. ”

Thoughts by Luce Argentea

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...